Lavorare in un casinò – Intervista a Giorgio Rossi

Guadagno di 34728

Le sue atmosfere hanno ispirato romanzieri, registi, musicisti e pittori. Intorno alle sale da gioco si è costruito un immaginario tutto particolare, riconoscibilissimo e ormai mitico. Uno dei soggetti che meglio incarnano questo mondo è il croupier. Quella del croupier è una figura elegante e raffinata, dai modi gentili. Lavorare come croupier Il croupier è diventato una sorta di figura mitica e romanzesca, ma nella vita reale quali doti occorre avere per lavorare in questa posizione? Quale preparazione? Quali sono le prospettive che si aprono per un giovane che si appresta a scegliere questa professione?

Le mansioni del croupier

Più si scommette, più si gioca e più cresce il margine del bancone. Vincerà alcuni giri e ne perderà degli altri. Il più delle volte, il giocatore aumenta le vincite e scommette con questi fondi.

Notizie Recenti

Quanto tempo richiede? Quali sono i suoi compiti? A queste domande risponde Giorgio Rossi, Ispettore in Svizzera da 8 anni.

I giochi da casinò sono truccati

Rappresentato nel cinema e nella televisione, è la figura imperterrita che dà le carte dietro un banco di blackjack. Sempre elegante, rapido nel calcolo e con le mani. Soprattutto, molto competente. Fanno una parte fondamentale della analisi della sorte e possono partecipare a diversi giochi. Con funzioni chiare: innanzitutto, dare le carte. È la destinazione principale di tutti i croupier. In altri giochi, dividere le carte e fare i calcoli nel caso in cui ci sia da suddividere le vincite.

Leave a Reply